Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Il mio Corso di Erboristeria "Di Erba in Erba"

martedì 9 febbraio 2016

ACQUA di GRAMIGNA - RICETTA di Leclerc

©dierbainerba.blogspot.it – Maria Caterina Ranieri – all rights reserved ॐ


Agropyron repens L.,ieri,  oggi Elytrigia repens...  nome d’arte Gramigna, questa quasi invisibile pianticella, detestata dagli agricoltori perchè invadente, rappresenta dal punto di vista fitoterapico una
pianta veramente preziosa... sarà mica questa la ragione per cui  se ne trova in quantità? Forse ne dovremmo fare un uso più frequente?
Vediamo quali preziosi effetti posside:

Svolge un’azione antisettica e antinfiammatoria utile per i reni, ha un’azione diuretica, possiede anche proprietà colagoghe, emollienti, ipotensive, depurative eagisce sulla cellulite!

La gramigna è una pianta utile anche in veterinaria, cani e gatti se ne nutrono in caso di costipazione o malessere.

In passato è stata utilizzata anche in fitoalimurgia (vedi dia) per preparare il pane, o mangiata in insalata, germogli e foglie giovani, o i rizomi, dopo averli essiccati, tostati e macinati quali surrogato del caffè.
©dierbainerba.blogspot.it – Maria Caterina Ranieri – all rights reserved ॐ
dia tratta da una lezione del Corso di Erboristeria “Di Erba in Erba©

Controindicazioni:
L'assunzione della gramigna è da evitare in caso di patologie renali.

Che dite, quando andremo in un prato la cercheremo? Direi di sì e se posssibile, raccogliamola, il tempo balsamico è aprile, la droga da raccogliere  è il rizoma.

Buona depurazione da Maria Caterina Ranieri 
Posta un commento