Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Post in evidenza

Aforisma sulla Terra di Gandhi

Vi presento il mio Corso di Erboristeria

lunedì 22 febbraio 2016

Festival delle Lanterne - 元宵節 - Yuán Xiāo Jié 2016

© http://dierbainerba.blogspot.it – Maria Caterina Ranieri – all rights reserved ॐ


Festival delle Lanterne -元宵節 -Yuán Xiāo Jié 2016

Stanotte prima Luna Piena dell’anno cinese lunare, in Cina e in molti Paesi dell’Estremo Oriente si festeggia il 
 Festival delle Lanterne -元宵節 2016- Yuán Xiāo Jié (nel quindicesimo giorno del primo mese lunare del nuovo anno) e in questa occasione, si conclude la 
Festa della Primavera (Chunjie il Capodanno Cinese).

Vediamo insieme un po’ di etimologia:


  • il lemma yuán ( ) si riferisce al primo mese
  • xiao () significa notte
  • jie () festa

ovvero, Yuán Xiāo Jié, la festa della notte.

Narra la leggenda, anzi le leggende, per un paese così vasto esistono diverse narrazioni…che <<*durante la dinastia degli Han occidentali (206 a.C.-220 d.C.) il primo imperatore della Cina, Qin Shi Huangdi, istituì elaborate cerimonie per adorare Tai Yi, il Dio dei Cieli.
 La speranza era di ricevere benedizioni e il favore divino per il nuovo anno.

Più tardi nel 104 a.C. Han Wudi fece una celebrazione ufficiale che durò fino al giorno successivo.

Altre leggende suggeriscono che le luminose lanterne rosse sono state create per ingannare gli Dei e far credere a loro che il Paese, che doveva essere incendiato, avesse già subito l'ira divina essendo già in fiamme.

Anche il Buddhismo ha infine un suo mito sulla nascita della Festa, in riferimento alle processioni delle lanterne che si svolgono nei templi e che simbolizzerebbero il potere irradiante del Buddha e della sua parola sull’oscurità del mondo.>>

Al calar del sole vengono accese tante lanterne rosse e vengono poste dentro e fuori casa, o portate in giro dai bambini per guidare gli spiriti benevoli verso le abitazioni.

Diverse attività vengono organizzate durante la festa

Accendere i fuochi d'artificio e far scoppiare i petardi: servono per scacciare gli spiriti malvagi dal paese.

L’enigma della lanterna, questo, viene scritto direttamente sulla lanterna che viene appesa fuori dell’uscio e chi indovina entra in casa e richiede il premio.
 
L’Esibizione di Calligrafia: durante il Festival, alcuni calligrafi del villaggio mostrano le loro magistrali abilità dipingendo, o scrivendo gli enigmi sulle lanterne.

La Danza del Drago 舞龍 wǔ lóng: questo sacro animale già lo conosciamo, perché ve ne ho parlato nel post della Festa della Primavera, apporta molta energia positiva e scaccia le negatività.

La Danza del Leone 舞獅 wǔshī: articolata su sequenze acrobatiche in cui si cimentano due artisti, vede il leone come un animale che con la sua forza e il suo coraggio è in grado di cacciar via gli “spiriti maligni.”
.
Lo spettacolo di marionette: per la gioia di adulti e piccini è simile al nostro.

Il Gioco delle ombre cinesi: si tratta di un’antica forma di narrazione e di intrattenimento, che utilizza sagome di figure poste tra una sorgente di luce e uno schermo trasparente. Diversi sono gli effetti realizzati mediante lo spostamento dei burattini e la sorgente luminosa. 

Sfuggire dalle cento malattie: Gruppi di donne cinesi, durante il Festival delle Lanterne, girano nelle città, nelle campagne, per le strade o vanno nei templi perché si ritiene che lo star fuori dalle case caccerà le cento malattie e manterrà tutti in salute durante l'anno.

Il Volo delle lanterne di Kongming - 孔明灯, (kǒngmíng Deng o Tian Deng) in cielo: chi vuole, scrive i propri desideri su una lanterna di carta e prega affinchè questi si avverino.
La credenza popolare diceva che il dio del cielo avrebbe ricevuto i messaggi e dato loro la sua benedizione.

Mangiare gli Yuán Xiāo
Durante la dinastia Song (960-1279 d.C.) mangiare gli Yuán Xiāo è diventata una parte importante del Festival della Lanterna.
 
Yuán Xiāo (foto tratta dal sito:chelseachinesetutor.blogspot.co)
Lo Yuán Xiāo, chiamato anche Tāngyuán  湯圓 oTāngtuán”, nel sud del Paese è una piccola sfera di farina di riso glutinoso con del ripieno all'interno.
Queste palline possono essere bollite, fritte o cotte al vapore, la forma sferica della polpetta simboleggia la solidarietà e l’unità familiare e il suo candore rende omaggio alla Luna.

Tradizionalmente lo Yuán Xiāo era ripieno di:

  • datteri
  • noci
  • pasta di fagioli rossi
  • pasta di semi di loto
  • petali di rosa
  • frutta secca
  • scorza di mandarino candito
  • sesamo nero
  • zucchero
Oggi il ripieno può variare fino ad essere farcito con ingredienti sapidi.
Buona Luce a tutti da Maria Caterina Ranieri

 (*paragrafo relativo alle leggende tratto dal sito epochtimes.it)
Posta un commento