Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Il mio Corso di Erboristeria "Di Erba in Erba"

lunedì 8 febbraio 2016

Festa della Primavera - Chunjie - 春节 2016 - Capodanno Cinese

©dierbainerba.blogspot.it – Maria Caterina Ranieri – all rights reserved ॐ


Oggi 8 Febbraio alle ore 14:40, seconda “Luna Nuova,” dopo il “Solstizio d’Inverno,” in Cina e in alcune nazioni dell’Estremo Oriente, si festeggia l’inizio del Nuovo Anno Lunare con la tradizionale “Festa della Primavera - Chunjie - conosciuta anche come
“Capodanno Cinese” o “Capodanno Lunare.”


Con tale ricorrenza si festeggiava l’arrivo della Primavera, che indicava la rinnovata fertilità della Terra,  era anche, un momento di rinnovamento spirituale e di ringraziamento per tutti i doni dispensati dall’Universo.


Le origini di questa festività si perdono nella notte dei Tempi, circa 4000 anni fà quando, per cacciare via un mostro di nome Nian () che ogni 12 mesi usciva dalla sua tana, per nutrirsi, uccidendo anche esseri umani, gli abitanti dei villaggi si riunivano producendo rumori molto forti, abbigliandosi con il colore rosso e facendo molta luce visto che, la leggenda narra, Nian usciva solo di notte, perchè temeva la Luce ed era spaventato dal colore rosso. 


Oggi i festeggiamenti riproducono la caccia a Nian con la “Danza del Leone” che incarnerebbe il mostro, ma non solo, anche gli spiriti malvagi e la sfortuna, ecco perchè viene inseguito e accompagnato con canti, suoni di tamburi e fuochi d'artificio… 


Viene portato in giro anche un Drago, da sempre simbolo di longevità, di prosperità di allegria e di fortuna. 


La Festa della Primavera dura quindici giorni e cessa con la Festa delle Lanterne (Yuanxiao) il nome le deriva dal fatto che, durante la notte, è consuetudine accendere un gran numero di lanterne, piccolo inciso, la festa delle lanterne cade proprio, nella fase della Luna piena


Vi ricordate quali energie muove questa fase? 
Ecco il post sulla Luna Piena in cui ve ne parlo.


Nei giorni che precedono il “CapodannoLunare” le case vengono pulite a fondo dallo sporco dell’anno appena trascorso e addobbate con “Distici” - festoni - (vedi fig. 2) contenenti Messaggi Augurali e con lampade rosse con l’intento di far entrare la felicità e la buona sorte (fu ) nell’abitazione.
©dierbainerba.blogspot.it – Maria Caterina Ranieri – all rights reserved ॐ
Distici augurali (fig. 2)
Tradizionalmente è usanza trascorrere questa ricorrenza in casa circondati dalla famiglia, scambiarsi doni (buste rosse contenenti denaro), vestirsi di rosso, consumare piatti tipici, tra i più noti troviamo:


  • i Ravioli cinesi 饺子  (jiao zi), preparati con ripieni di ogni genere e cucinati secondo diverse modalità: fritti, al vapore, bolliti…particolare è il loro aspetto, sembrano piccoli lingotti d'argento e la tradizione vuole, che più se ne mangiano, più soldi si guadagneranno nell'anno seguente.
  
  • Gli Involtini Primavera 春卷  Chun juen  Piatto di origine cantonese, gli involtini primavera rappresentano forse, la pietanza cinese più conosciuta dal mondo occidentale, contengono ripieni a base di verdura o carne tritata. Solitamente vengono fritti in modo da rendere croccante e dorato l'impasto sottile in cui sono avvolti… ancora un altro richiamo alla prosperità: l’Oro.  

  • Il Pesce (yu), che ha nel suo etimo, la stessa pronuncia del carattere che significa "risparmiare"e poichè il popolo cinese è solito risparmiare soldi a fine anno, per poterne avere di più l'anno successivo, il pesce, ben si adatta come alimento di buon auspicio.



Un’altra usanza è quella di scambiarsi il tradizionale Augurio:  Shēng guān fā cái 升官发财
il cui significato è “Prospero Anno Nuovo!” che io rivolgo anche a voi miei cari lettori e in particolare ai miei cari Maestri di taiji, 
Yang Jun e Roberto Carchio 
quindi: 


Yang lăoshī (老师) Shēng guān fā cái!

Roberto lăoshī (老师) Shēng guān fā cái!


da Maria Caterina Ranieri
Posta un commento