Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Il mio Corso di Erboristeria "Di Erba in Erba"

mercoledì 16 dicembre 2015

Aglio - Allium sativum L.

©dierbainerba.blogspot.it – Maria Caterina Ranieri – all rights reserved

Salve, immagino abbiate letto qual'è il nostro post odierno?

Ebbene sì, il nostro amato-odiato"Aglio" a causa di un suo effetto collaterale, diciamo così, la sua capacità di:
"profumare il nostro alito" ovvio che quando è troppo...è troppo! Ma da qui a demonizzarlo, no, non si può.

Nel post dell'INSALATA di LIMONI SICILIANA vi ho già accennato qualcosa sulle sue proprietà, a queste aggiungo che se i medici del "Popolo dei Sanissimi"  davano agli operai, impegnati nella costruzione delle Piramidi, uno spicchio d'aglio ogni giorno qualche motivo ci sarà, vero?

E i motivi ci sono: l'aglio è un antibiotico naturale (o.e.), un antiparassitario, un antimicotico (allicina), la candida albicans è un micete - un fungo - è un tonico generale, è un viagra naturale (interessante vero?☺), è un fluidificante ematico, elimina il colesterolo e per questo svolge la sua azione ipotensiva, è anticancerogeno (crea apoptosi nelle cellule tumorali, facendole suicidare) e...potrei continuare così all'infinito.

L'aglio nei suoi principi attivi annovera oltre dieci oligoelementi, quasi dieci vitamine, oltre a proteine, acqua ed altro.

Io, però, volevo solo farvi riflettere sul tesoro preziosissimo - l'aglio - che ci stiamo perdendo a causa di un effetto così "aleatorio," peraltro facilmente aggirabile, e poi, come disse un mio amico erborista qualche tempo fa: "Se tutti mangiassero l'aglio, nessuno ne sentirebbe più l'odore."

Buona bruschetta a tutti!
da Maria Caterina Ranieri

Posta un commento