Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Il mio Corso di Erboristeria "Di Erba in Erba"

giovedì 12 maggio 2016

PAVIMENTI: pulizie ecologiche

©http://dierbainerba.blogspot.it – Maria Caterina Ranieri – all rights reserved ॐ


Secondo voi, quale sarà mai il detergente più “ecologico di tutti?”
 
Che ne dite dell’Acqua bollente? Pensate, riesce a sciogliere lo sporco dove son presenti soprattutto AMIDI, PROTEINE e ZUCCHERIse poi all’acqua ci aggiungiamo del sale, dell’aceto* e dell’olio essenziale di limone, avremo dei pavimenti superpuliti, brillanti, disinfettati e profumati.

Anticamente, quando la Scienza non esisteva per confermare la validità della pratica (non che ce ne fosse bisogno, è sopravvissuta un’intera Umanità), per la pulizia dei pavimenti si utilizzavano idroliti (infusi) preparati con erbe aromatiche dalle note proprietà antisettiche, altro che profuma-ambiente, immaginatevi voi che effluvi aromatici!

Ma saranno poi “salutari ” questi ambienti ultra disinfettati?

Studi recenti hanno confermato la teoria della mia amica Micaela, che molti anni fà, asseriva che un ambiente troppo asettico “nuoce” alla salute del bimbo come darle torto? il nostro sistema immunitario si evolve grazie all’informazione che riceve entrando in contatto con il nuovo agente patogeno -“l’intruso”- lo memorizza, così da essere pronto ad affrontarlo in caso di un secondo “incontro,” ora la Scienza ci dice proprio questo!

Ma parliamo ancora di pulizie...

Come laveremo i Pavimenti in Paquet: con acqua calda, alcool, olio essenziale di limone e straccio in microfibra.

E in caso di Macchie sui pavimenti?
 
Vediamo come affrontarle:

Pavimento in marmo lucido: utili le bucce della mela.

Incrostazioni sul marmo: sacchetto di tela imbottito di sale grosso, inumidire leggermente il sacchetto e sfregare lo sporco.

* attenzione, i detergenti acidi non sono idonei per i pavimenti di marmo e di travertino, meglio usare bicarbonato e alcool..

N.B. Prima di detergere i pavimenti effettuare una prova in una zona nascosta.

a cura di Maria Caterina Ranieri
Posta un commento