Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Il mio Corso di Erboristeria "Di Erba in Erba"

giovedì 22 ottobre 2015

CARDAMOMO


©dierbainerba.blogspot.it – Maria Caterina Ranieri – all rights reserved

Salve a tutti! Come state? Spero bene, ecco il secondo antidoto che ci aiuterà a stare ancora meglio,
ovvero, il Cardamomo!

     Conosciuta ed utilizzata in Estremo Oriente già nel III millennio a.C. questa spezia era molto preziosa ed anche costosa (non che oggi non lo sia), veniva offerta dagli arabi insieme al caffè in segno di grande ospitalità a significare quanto era di riguardo l'ospite.

     Come potete vedere dalla scheda è utile associarla a diversi alimenti, l'uso più frequente sarà sicuramente l'associazione con il caffè, visto il consumo quotidiano che ne facciamo, e come lo inseriamo?

Abbiamo due possibilità:
  1. Inseriamo un baccello di cardamomo nella caldaia della moka.
  2. Contundete (frantumate nel mortaio) qualche baccello della spezia e mescolatela alla polvere del caffè.
Il I metodo ha il vantaggio, in caso di ospiti, di non "imporre" il nuovo gusto del caffè, il II, che l'aroma del cardamomo si fonderà con quello del caffè.

     Per meglio comprendere come funzionerà il  nostro "antidoto" vi posso dire che sarà salvo l'effetto tonificante del caffè senza però avere tutti gli altri effetti collaterali, perchè il Cardamomo li avrà annullati.

foto tratta dal sito: www.sdspezie.com
     Il Cardamomo, come si può ben vedere nelle foto del post, è costituito da un baccello verde contenente al suo interno diversi frutti* neri dal sapore fresco, agrumato, mentolato . . . impossibile definirlo perfettamente, ogni baccello ha un suo personalissimo gusto.

     Ebbene, i miei amici e i miei allievi ben conoscono il mio metodo "alternativo" diciamo così, di utilizzare questa, ma anche altre spezie . . . 

     Avete presente quelle scatoline portapillole, con gli scomparti, che si possono portare in viaggio? Nella mia "scatolina" (ovviamente non ci sono pillole ! ! ! ) trovano posto, a mò di caramelle, baccelli di cardamomo, chiodi di garofano e frammenti di corteccia di cannella, quando ne ho voglia, o bisogno, apro la scatolina aromatica e scelgo!  

    Sicuramente potete scegliere la spezia che più vi aggrada, la scelta è vastissima e oltre a far bene, questi tesori sono molto utili nella prevenzione dell'alitosi: eliminano la causa che ha creato l'odore, viste le proprietà antibatteriche.

Le proprietà delle diverse spezie saranno approfondite nella Rubrica "La Via Fumante delle Spezie©"

* I frutti, così sono denominati i "semi" in botanica.

A presto!


                                                                                                     Maria Caterina Ranieri
     

Posta un commento