Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Un giro sul blog ☺

sabato 7 ottobre 2017

Integrale…è veramente salutare?

Integrale…è veramente salutare?


Miei cari naviganti oggi vorrei iniziare questo argomento con un’immagine di altri tempi, di un bel biondo campo di grano, punteggiato da vermiglie corolle di papaveri rossi…oggi non li troviamo più questi bei fiori nei campi di grano...sono stati annientati, insieme ad altre preziose erbette, da potenti erbicidi… diversi, troppi!

In questo articolo “ero un grano alto e biondo ricordi di un grano antico vi parlo proprio, del nostro grano che dispensava solo salute!

Sempre più spesso appaiono sui media delle notizie riguardanti l’inquinamento di alimenti da parte di diverse sostanze, quali erbicidi (glifosato*) interferenti endocrini, pesticidi, sostanze che alterano il metabolismo ormonale, ecc. molti di questi cibi rappresentano la base della dieta mediterranea: la pasta, i prodotti della panificazione, insieme a frutta e ortaggi, anch’essi farciti con queste sostanze.

Le patologie che sono collegate a queste strane presenze sono diverse:

disbiosi* (alterazione della flora batterica intestinale)
diabete*
obesità*
pubertà precoce
infertilità
infiammazione cronica delle pareti intestinali*
malattie autoimmuni*
malattie degenerative*
malattie dismetaboliche*
malattie cardiovascolari*
malattie degenerative*
malattie neoplastiche*
patologie psichiatriche come l’autismo

(Se desiderate approfondire l'argomento c'è un interessante articolo sul sito dell’ASSIS (Associazione di Studi e Informazione sulla Salute)).

Ma, non vi sembra che questi disturbi  siano proprio i mali che affliggono l’umanità in questo secolo?…

E secondo voi, dove si depositeranno mai tutti questi veleni? In quale parte della cariosside (chicchi) del cereale? 

Esternamente di sicuro, esatto! 

Ora gli effetti positivi del consumo di un cerale veramente integrale sono veramente notevoli e rappresentano la soluzione a ciò che un cereale raffinato provoca, vediamoli insieme:

sono fonte di fibre (pectina, cellulosa, emicellulosa, lignina) vitamine, oligoelementi e minerali.
azione antiossidante
influenza positiva sull’ipercolesterolemia
abbassamento dell’indice glicemico (utile nel diabete, nel controllo del peso)
potenziamento del sistema immunitario
riduzione dei processi infiammatori
prevenzione delle malattie cardiovascolari
prevenzione del tumore del colon
riequilibrio della flora intestinale
azione risolvente su stipsi, diverticolite e patologie infiammatorie intestinali

Interessante vero? 

Conclusione? “Noi siamo ciò che mangiamo” e sempre di più dobbiamo prestare attenzione a ciò che mettiamo sulle nostre tavole, quindi il nostro integrale dovrà essere necessariamente biologico, altrimenti, ci nutriremo di sostanze non proprio eubiotiche! 

Buon appetito, è proprio il caso di dirlo!
a cura d Maria Caterina Ranieri
Posta un commento