Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Il mio Corso di Erboristeria "Di Erba in Erba"

lunedì 12 giugno 2017

24 Sfumature di Grigio – Cromoterapia e Arredo

Docente del Corso di Erboristeria “Di Erba in Erba©” Cromoterapeuta - Cromoestetica Floriterapeuta Mediterranea - esperta di Cosmesi naturale personalizzata, Consulente naturopata - vasta esperienza anche con bimbi e anziani -  Istruttore di “Tai Chi Chuan” e di “Tai Chi Kung” dello Stile Yang,della International Family Tai Chi Chuan Association e dell’ASC Sport – Ente di Promozione sportiva riconosciuta dal CONI -http://dierbainerba.blogspot.it - © Maria Caterina Ranieri – all rights reserved ॐ


Salve naviganti del web, è da un po’ che desidero questo post visto il dilagare del grigio: nuove ristrutturazioni di abitazioni, qual è il colore prescelto? Il grigio, pubblicazioni di settore?
Grigio… accendo la TV -programma di design - colore prescelto per l’appartamento da ristrutturare? Grigio… La mia vicina sta ristrutturando il suo appartamento, colore scelto? Grigio ovunque…pavimenti, pareti…
Parliamone, da Cromoterapeuta quale sono, mi corre l’obbligo! 
  
Simbologia del Colore nella Storia

Già nella Preistoria il colore ha comunicato, ai nostri avi, qualcosa di sé, del suo significato:
      il ROSSO veniva associato al fuoco, al sangue era il colore della VITA
     il BLU scuro veniva associato al cielo della notte, sotto la cui volta, l’uomo preistorico riposava e quindi al Riposo.;
      il VERDE rappresentava l’ambiente in cui viveva, le piante di cui si cibava e con cui si curava quando era ferito.
       il NERO veniva accostato al significato del mistero, del buio e della notte.
      il BIANCO, rappresentava il colore delle nuvole, con il significato di purezza.
  il GRIGIO, il colore della barba degli anziani saggi, quale significato gli veniva attribuito?
    Il GRIGIO all’epoca rappresentava la saggezza, la dignità, la conoscenza, ma soprattutto la vecchia… […]

Un viaggio nel…grigio!

Il grigio è il colore delle pietre, del muro, della cenere, della nebbia, della polvere… è il colore della trasformazione nella sua accezione “de-vitalizzata,” dal rosso del fuoco, con l’ausilio del Tempo, l’energia divampa, scèma sempre più, fino a lasciare il grigio della cenere e dell’assenza di vitalità…

Dalla solare energia di una giornata di sole, all’improvviso il vento porta delle plumbee nubi che ingrigiscono la giornata e l’umore,  come l’energia si deprime…

O anche, dall’energica giovinezza di un corpo pulsante di energia alla trasformazione dello stesso, dopo molto Tempo, in polvere… sempre al grigio di arriva.

Perfino le fiabe si sono ispirate a questo colore…la famosa Cenerentola, o la storia con Griselda, il personaggio del Boccaccio, queste due donne rappresentano perfettamente la negazione del sé, il sacrificio, la solitudine, la dedizione imposta… 

Psicologicamente

Il grigio è il colore della neutralità, della separazione, della devitalizzazione, della monotonia, del non coinvolgimento emotivo, della distanza, della schermatura, dell’apatia, della tristezza, dell’umiltà, della solitudine

Indica incertezza, ordine, essenzialità, rigore, superficialità, inflessibililità, scarsa autostima tendenza al giudizio severo… perchè circondarci di grigio quindi...


Perché 24 Sfumature di grigio?

Presto detto, leggete quante sfumature di grigio si possono scegliere per “colorare” la nostra casa: grigio finestra, grigio giallastro, grigio polvere, grigio traffico… sono inorridita solo a scriverli… in totale 24 tonalità, ma non son certa che siano aggiornate, eccole qua:

Docente del Corso di Erboristeria “Di Erba in Erba©” Cromoterapeuta - Cromoestetica Floriterapeuta Mediterranea - esperta di Cosmesi naturale personalizzata, Consulente naturopata - vasta esperienza anche con bimbi e anziani -  Istruttore di “Tai Chi Chuan” e di “Tai Chi Kung” dello Stile Yang,della International Family Tai Chi Chuan Association e dell’ASC Sport – Ente di Promozione sportiva riconosciuta dal CONI -http://dierbainerba.blogspot.it - © Maria Caterina Ranieri – all rights reserved ॐ

Ma la nostra casa, il nostro nido, non doveva essere un luogo accogliente, confortevole, luminoso dove esprimere al meglio e liberamente la nostra personalità?

Questa società odierna tenta di orientare in ogni modo le masse negativamente occultando il tentativo sotto qualche tendenza, ma chi sa, chi è attento:<< vede, comprende e provvede!>>
Antennine ben alzate miei cari naviganti, ne va del nostro Benessere!


a cura di Maria Caterina Ranieri

Posta un commento