Icona-facebook Icona-twitter Icona-google+ Follow Me on Pinterest

Post in evidenza

Il Richiamo della Terra...ॐ

Il mio Corso di Erboristeria "Di Erba in Erba"

lunedì 18 luglio 2016

Legenda Abbreviazioni Oligoelementi

©http://dierbainerba.blogspot.it – Maria Caterina Ranieri – all rights reserved ॐ
Il post di oggi prosegue illuminando il nostro "Cammino erboristico" iniziato con questo post con la stessa funzione delle briciole che Pollicino faceva cadere per ritrovare la strada, ma non con lo stesso risultato, fortunatamente queste slide per noi saranno come dei mattoncini che lastricheranno il nostro Cammino verde.

Ma cosa sono gli Oligoelementi?

L’etimo Oligoelemento deriva dal greco: ὀλίγος, oligos, poco,

  • è un minerale traccia presente in quantità infinitesimali (nell’ordine di milligrammi) in ogni essere vivente;
  •  è essenziale per lo svolgimento di svariate funzioni metaboliche intervenendo in numerosissime reazioni biochimiche;
  • ha inoltre una funzione catalitica (per esempio il Rame favorisce l’assorbimento del Ferro);
Gli oligoelementi son stati utilizzati fin dall'antichità, anche se in modo empirico, sono diventati una terapia strutturata solo  negli anni ’30 del secolo scorso, grazie al grande medico francese Jacques Ménétrier il padre dell’Oligoterapia.

I suoi studi lo portarono ad elaborare una teoria secondo la quale la patologia non era dovuta ad una carenza nutrizionale, ma era rapportabile ai “Terreni organici individuali” che chiamò “Diatesi.”

Ne elaborò 4:


  1. Diatesi Allergica o del Manganese (diatesi di nascita)
  2. Diatesi Ipostenica o del Manganese-Rame (diatesi di nascita)
  3. Diatesi Distonica o del Manganese-Cobalto (diatesi di involuzione)
  4. Diatesi Anergica o del Rame-Oro-Argento (diatesi di involuzione)


In pratica, si nasce con una delle due diatesi (le prime due) ereditate dai genitori, durante il corso della vita si passa alle successive (3 e 4), gli oligoelementi diatesici somministrati in forma diluita e ionizzata, interagiscono positivamente con l'organismo e con i sistemi enzimatici ripristinando l’equilibrio metabolico e riportando l’organismo alla diatesi precedente.

a cura di Maria Caterina Ranieri
Posta un commento